Cerca

Blog di Michele Scolari

Tout ce qui est interéssant se passe dans l'ombre

Categoria

Storia

Le radici antiche e medievali dell’informatica e del digitale

Questo scritto si origina da un percorso didattico che ho svolto quest’anno durante le lezioni di storia con gli studenti del terzo anno del corso di informatica e telecomunicazioni. La scelta non non è stata dettata solamente da una mera ottemperanza alle indicazioni nazionali, ove, si legge nella sezione dedicata agli istituti tecnologici, è richiesto di «correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campi professionali di riferimento». Assumendo come base metodologica le riflessioni epistemologiche emerse nei precedenti anni di insegnamento in merito alla necessità di raggiungere una dimensione “reticolare” della conoscenza, il percorso si è proposto di ascendere ad una prospettiva interdisciplinare che sottraesse la storia al suo isolamento fittizio e la restituisse al confronto con saperi e linguaggi diversi, nello specifico attinenti alla disciplina d’indirizzo del corso. Continue reading “Le radici antiche e medievali dell’informatica e del digitale”

Annunci

L’orrore delle foibe, i crimini che le precedettero e il vortice di cause

FoibeRecuperiDalle tensioni tra nazionalità nell’impero austroungarico, alla radicalizzazione dei nazionalismi dopo la Prima Guerra Mondiale, alla “Musa Istriana” del ministro fascista Cobolli Gigli ed ai crimini di guerra durante l’occupazione italiana, sino alle uccisioni sotto i “titini”. Il commento dello storico di Mostar Predrag Matvejevic: «Una tragedia da condannare, alla quale sono preceduti altri crimini»

Continue reading “L’orrore delle foibe, i crimini che le precedettero e il vortice di cause”

Giornata del Ricordo: le scorrerie dei “titini” e l’esodo da Fiume nel racconto di una testimone

EsodoGiuliano«Davanti alle avversità della storia serve la forza di“far fronte adattandosi elasticamente alle situazioni». La testimonianza di Laura Calci Chiozzi (vicepresidente del Comitato Provinciale di Cremona dell’Associazione Venezia Giulia Dalmazia), costretta ancora bambina all’esilio dai partigiani“titini”, giunta prima in Abruzzo e poi a Cremona.

Continue reading “Giornata del Ricordo: le scorrerie dei “titini” e l’esodo da Fiume nel racconto di una testimone”

Tra scheletri e pitture, nell’ipogeo dei Teatini a Sant’Abbondio di Cremona

La panoramica dell'Ipogeo
La panoramica dell’Ipogeo

Discesa nella camera di sepoltura costruita nel XVII secolo dai monaci di San Gaetano Thiene al tempo della Peste Nera

Continue reading “Tra scheletri e pitture, nell’ipogeo dei Teatini a Sant’Abbondio di Cremona”

Il misterioso Guardiano del Torrazzo di Cremona

GuardianoTorrazzoSecondo una leggenda medievale riportata da Jacopo D’Acqui, un leone sarebbe seppellito sotto il campanile romanico del Duomo di Cremona dopo la distruzione della città da parte del re longobardo Agilulfo. Ma la leggenda potrebbe anche fare riferimento ad un periodo storico di molto posteriore all’assedio longobardo: il felice periodo in cui Cremona fu eletta capitale imperiale pro tempore del Nord Italia da Federico II di Svevia (il cui simbolo araldico era proprio il leone).

Continue reading “Il misterioso Guardiano del Torrazzo di Cremona”

Mistero in Cattedrale a Cremona: quell’apostolo è una donna?

CampiCenacoloSi tinge di giallo l’Ultima Cena di Giulio Campi nella Cattedrale di Cremona: Giovanni è ancor più femminile del cenacolo di Leonardo. Perché il cenacolo è inserito in una serie di opere sulla vita della Maddalena? Giulio Campi, ufficialmente ligio ai precetti della Controriforma, aveva invece interessi esoterici? Forse le suggestioni esoteriche all’origine dell’anomalia potrebbero provenire da contatti con gli epigoni della tradizione catara padana o, più probabilmente, dal suo “apprendistato” presso Giulio Romano a Mantova

Continue reading “Mistero in Cattedrale a Cremona: quell’apostolo è una donna?”

“Paleontologia urbana”: alla scoperta dei fossili cittadini

L'ammonite del Battistero di Cremona (foto Persico)
L’ammonite del Battistero di Cremona (foto Persico)

Da centinaia di anni loro ci guardano dalla pietra dove la natura le ha conservate, ma quanti di noi le vedono? Ecco un affascinante caccia al tesoro, sulle tracce di ammoniti, belemniti e bivalvi incastonati nel Battistero, nel Torrazzo, nel Duomo e in altri monumenti e strutture lapidee di Cremona: Davide Persico, sindaco di S. Daniele Po e ricercatore in Paleontologia all’Università di Parma lancia la “Paleontologia urbana”. E spunta l’ipotesi di un progetto digitale per percorsi paleontologici in città e paesi del cremonese

Continue reading ““Paleontologia urbana”: alla scoperta dei fossili cittadini”

Luglio 1944: quei 10 minuti di terrore sotto le bombe

Il bombardamento del Ponte di Viale Po (NARA College Park, Maryland, Usa)
Il bombardamento del Ponte di Viale Po (NARA College Park, Maryland, Usa)

L’incursione compiuta a Cremona dai 36 bombardieri americani B-25 la mattina del 10 luglio, raccontata dall’Air Crash Po. L’obiettivo venne mancato causando 119 vittime civili, tra cui 27 ferrovieri. La testimonianza di Angela Denti, all’epoca impiegata alla Cavalli&Poli.

Continue reading “Luglio 1944: quei 10 minuti di terrore sotto le bombe”

«Oggi forca»: impiccagioni e torture a Cremona fra XIII e XVIII secolo

Le scritte lasciate nei secoli dai condannati a morte sul Battistero di Cremona
Le scritte lasciate nei secoli dai condannati a morte sul Battistero di Cremona

Dalle sommarie esecuzioni capitali del Duecento, raccontate nelle pagine di Salimbene de Adam, alle cruente torture dei detenuti nelle carceri di Palazzo Comunale tra Cinquecento e Settecento. Ed ancora, le notti di veglia nella Chiesetta di S. Giovanni Decollato (ribattezzata per questo “Chiesa degli Impiccati”) e la macabra processione verso il supplizio lungo il Vicolo degli Impiccati. Di tutta questa macabra storia restano alcuni graffiti ancor oggi visibili sul muro meridionale del battistero, incisi dai condannati a morte in attesa dell’esecuzione: “cristalli di parole, l’ultima bestemmia detta”, per dirla con “La ballata degli impiccati” di Fabrizio de André.

Continue reading “«Oggi forca»: impiccagioni e torture a Cremona fra XIII e XVIII secolo”

Blog su WordPress.com.

Su ↑